{slider Che cos'è un au pair?}

Un au pair è un giovane tra i 18 e i 26 anni che diventa momentaneamente un membro della famiglia che ha deciso di ospitarlo. Generalmente è una giovane ragazza, ma sempre più spesso anche i ragazzi hanno iniziato a sfruttare questo genere di opportunità per andare all’estero.

{slider Perchè dovrei passare attraverso un’agenzia per la ricerca di un au pair o di una famiglia, con le relative spese che comporta questo servizio, piuttosto che non registrarmi su uno dei tanti siti web di au pair?}

Perchè è fondamentale sapere chi ci mettiamo in casa, avere la sicurezza che i nostri figli siano in mani sicure. Perchè passando attraverso un’agenzia avete l’assistenza di persone qualificate che faranno un colloquio individuale e mirato a ogni candidato al programma. L’agenzia richiede come condizione indispensabile una dettagliata documentazione, difficilmente esigibile da privato. Inoltre l’agenzia richiede una quota associativa che è garante dell’intenzionalità effettiva di una buona riuscita del programma di scambio culturale. L’au pair verrà selezionata da un’agenzia che si metterà in contatto con un’agenzia partner che avrà a sua volta selezionato una famiglia. Le agenzie di entrambe le parti rimarranno a disposizione per dare assistenza per la durata di tutto il soggiorno.

{slider Per quanto tempo minimo si può ospitare un au pair?}

Anche solo per un mese, ma è consigliabile per periodi superiori, perchè comunque sia è necessario un periodo di adattamento da entrambi le parti. Per periodi troppo brevi, come un mese, si rischia che appena trovato il punto d’incontro per una giusta e proficua collaborazione l’au pair deve partire.

{slider Se dovessero sorgere dei problemi ci si deve rivolgere ad un computer, ad un telefono o ad una persona fisica?}

Per tutta la durata del soggiorno stipulata dal contratto la responsabile di agenzia è personalmente rintracciabile per aiutarvi a risolvere i problemi insorti..

{slider Può succedere che famiglia e au pair non vadano d’accordo, non si sentano soddisfatte?}

Se l’au pair e la famiglia dovessero risultare incompatibili tra loro (questo è molto raro e qual’ora dovesse succedere salta fuori in linea di massima durante la prima settimana), l’agenzia provvederà ad una sostituzione, compatibilmente con la effettiva disponibilità al momento e con le caratteristiche analoghe a quelle richieste in prima battuta.

{slider Fra quante ragazze/famiglie si può effettuare la selezione?}

L’agenzia si fa carico di confrontare e accoppiare nel modo più compatibile, in base a quanto dichiarato nel modulo di adesione e quanto evidenziato durante il colloquio, ragazzi/ragazze e/o famiglie.

{slider L’au pair deve avere una camera tutta per sè?}

Preferibilmente si, molto dipende anche dal tempo di permanenza dell’au pair presso la famiglia. Sicuramente deve essere sistemata in una camera che abbia i giusti requisiti di sicurezza. La camera può essere in condivisione con i figli della famiglia sempre però che venga rispettato il buon senso. Per cui ricordando che un au pair ha bisogno di uno spazio dove eventualmente poter studiare. Comunque queste cose è bene specificarle nel modulo di richiesta e eventualmente prendere precisi accordi prima.

{/sliders}apply nowcontact us

 

Agenzia per la ricerca e la selezione
di ragazze alla pari e famiglie ospitanti