sorriso au pair

Un ragazzo/a alla pari è infatti  un giovane che vive ospite in famiglia in un Paese diverso dal proprio, per un tempo determinato, per conoscerne la cultura e la lingua e per fare nuove esperienze di vita.

Un ospite, tra i 18 ai 30 anni di età - dipende dal Paese di destinazione- che  in cambio di vitto, alloggio e una paghetta settimanale, quotidianamente  si prende cura dei bambini della famiglia ospitante svolgendo piccole mansioni domestiche (per es. cucinare per loro, mettere in ordine le loro cose e le loro camere, riordinare la casa e dare una mano in cucina, ecc.). Sono esclusi i lavori pesanti poiché l'au pair non è e non deve essere considerata una domestica, dato il suo ruolo e l'esclusivo scopo culturale del soggiorno.

apply nowcontact us



Come au pair sarai considerata come un membro della famiglia: avrai una tua camera dove poter studiare e la possibilità di frequentare un corso di lingua.
La famiglia ospitante sarà ben contenta di aiutarti in questa nuova esperienza accogliendoti amichevolmente, ricordando che all'inizio del tuo soggiorno incontrerai difficolta' di espressione e nuove abitudini da comprendere e da seguire.

Tu, come ragazza alla pari, ti rivelerai un valido aiuto per la cura dei bambini, per la sistemazione della casa, per assistere alla preparazione della tavola, per aiutare a vestire al mattino i bambini e aiutarli a fare la colazione, per portarli e prenderli a scuola, per accompagnarli a praticare uno sport, per accompagnarli ad una festa di compleanno di amici, per aiutarli nei compiti di scuola, per sorvegliarli, per preparare facili pasti in assenza dei genitori, insomma tutte le mansioni che una sorella più grande potrebbe fare nei confronti dei suoi fratelli.
 

Nel corso degli anni sono state definite diverse formule di lavoro alla pari in Europa:

  • au pair: 30 ore di lavoro alla settimana 2 o 3 sere impegante con la famiglia; il tempo libero è solitamente durante il week end.
  • demi pair: 20 ore di lavoro al giorno e 2 o 3 sere di baby-sitting a settimana, un giorno e mezzo libero. Frequenza quotidiana e obbligatoria del corso di lingua a pagamento (generalmente la mattina) e al pomeriggio impegnati con la famiglia. 
  • tutor: 15 ore di lezione della propria lingua alla famiglia ospitante. Per persone autonome.

 

Quando la famiglia ospitante andrà in vacanza per un lungo periodo generalmente  ti porta con sé continuando a darti la paghetta stabilita e tu svolgerai regolarmente  le tue mansioni (escluso casi di accordi particolari diretti tra le parti, per es. nei quali ci si accorde che la ragazza resta a casa o va in vacanza da sola per il tal periodo).
Durante le festività di  Natale o Pasqua in accordo con la famiglia ospitante potrai rientrare a casa (con spese di viaggio a tuo carico, salvo eccezioni).
Quando il soggiorno è uguale o superiore ai sei mesi si ottiene una settimana intera di vacanza con il pocket money comunque pagato, nel caso di dodici mesi due settimane, questo per permetterle di approfondire l’aspetto turistico del programma di scambio culturale.

 

 

 

Agenzia per la ricerca e la selezione
di ragazze alla pari e famiglie ospitanti

 

 

sponsorship



  
wysetc
    iapa aniap